STORIA BABBO NATALECENNI STORICI BABBO NATALEPRIMI ALBERI
CENNI STORICI SU BABBO NATALE: Storia di Babbo Natale: I primi cenni storici dell'Santa Claus, dov'è nato e come si è diffuso nel mondo. I primi Babbo Natale con decorazioni e addobbi. Prime notizie certe di Babbo Natale così come lo intendiamo oggi. La diffusione nel mondo di Babbo Natale come simbolo della festa di Natale. Le origini documentate del primo Babbo Natale nel 1510 a Riga in Lettonia.
:: HOME :: SCRIVICI :: PREFERITI ::





 
ORIGINI STORICHE DELIL BABBO NATALE E SUA DIFFUSIONE

Il Babbo Natale è la parte centrale delle celebrazioni natalizie di tutto il mondo. Le famiglie si riuniscono intorno a all'albete per lo scambio dei regali, e quasi tutte le città allestiscono nelle piazze il loro belBabbo Natale, dappertutto in quasi ogni locale commerciale, centro commerciale potrai vedere un Babbo Natale decorato a festa.
Ma dove proviene Babbo Natale? Perché lo decoriamo? Chi ha fatto il primo Babbo Natale artificiale? Molti sono gli interrogativi che possiamo porci e tante sono le risposte, spesso controverse ma certamente belle da conoscere. Quindi se ha deciso di allestite o hai già fatto il tuo Babbo Natale oggi puoi conoscere la sua storia, molto interessante che c'è alle sue spalle.
Babbo Natale in costruzione davanti casa
Risalente già a secoli prima di Cristo, in quasi tutte culture era in uso portare alberi sempreverdi, ma anche piante e foglie nelle case all'arrivo del solstizio d'inverno, che si verifica nell'emisfero settentrionale tra il 21 e il 22 dicembre (quindi Natale).
Anche se le pratiche specifiche sono state diverse in ogni paese e cultura, la simbolizzazione era generalmente comune per tutti: celebrare il ritorno della vita all'inizio della fine dell'inverno e tenere in casa qualcosa che rimanesse verde nella speranza di vedere il ritorno della primavera.
Già gli Egiziani usavano piante sempreverdi come simbolo della vittoria della vita sulla morte.
Una palma da dattero a foglie verdi era solito mettere nelle loro case intorno al periodo del solstizio d'inverno.
I Romani celebravano una festa pubblica chiamata Saturnali, per una settimana intorno al 17 dicembre, e comprendeva una serie di celebrazioni in tutto il solstizio d'inverno.
Curiosamente, il solstizio d'inverno romano cadeva sul calendario giuliano proprio il 25 dicembre.
Queste celebrazioni si pensa che si sono fuse con le pratiche pagane di appendere vischio e il bruciare il del ceppo di Natale.
I sacerdoti druidi in Gran Bretagna usavano le piante sempreverdi e il vischio in cerimonie pagane, e la pianta di vischio era il simbolo della nascita di un dio.
I Druidi Celtici e popoli della Scandinavia utilizzavano anche il vischio in una cerimonia misteriosa subito dopo il solstizio d'inverno.
Vecchio Babbo Natale.
Nella metà del 1500, le popolazioni germaniche e un po' in tutto il nord-est dell'Europa si cominciarò ad usare gli alberi sempreverdi come simbolo di speranza per l'arrivo della primavera. Queste pratiche è probabile che si siano gradualmente evolute da riti pagani del passato con la celebrazione del Natale di origini cristiane portando con sè l'albero sempreverde.
Anche se improbabile, la storia che Babbo Natale come lo conosciamo oggi sia stato fatto per prima volta intorno al 680, alcuni ritengono che però l'idea per l'albero sia stata inventata proprio da S. Bonifacio in questo periodo.
Ci sono diverse leggende al riguardo, su come San Bonifacio ha inventato Babbo Natale. Alcuni sostengono che usava la forma triangolare dell'abete a simboleggiare la Santissima Trinità di Dio Padre, il Figlio e lo Spirito Santo ai non-credenti, e che questi nuovi convertiti cominciò ad adorare l'albero come simbolo cristiano.
Un'altra versione di questa leggenda vuole che San Bonifacio dopo aver abbattuto un albero di quercia adorato dai pagani, vide spuntare un abete dalle radici della quercia come simbolo di Gesù.
Fra i primi veri riferimenti storici alla tradizione dell'Santa Claus, una cronaca di Brema del 1570, secondo cui un albero veniva decorato con mele, noci, datteri e fiori di carta.
La città di Riga è fra quelle che si proclamano sedi del primo Babbo Natale della storia (vi si trova una targa scritta in otto lingue, secondo cui il "primo albero di capodanno" fu addobbato nella città nel 1510) (vedi foto in alto) e non essendoci riferimenti anteriori, rimane proclamata Riga la città natia del moderno Babbo Natale in uso oggi nel mondo cristiano.

Frasi auguri natale - Biglietti di Natale - Frasi di Natale - Immagini di Babbo Natale - Canti di Alberi

Torna alla home di babbo-natale.net »
 

Le risorse natalizie inserite sono state inviate da utenti o trovate nel web. Se ritenete che vi siano state delle violazioni di diritto d'autore non esitate a scrivere alla redazione specificando la risorsa e documentando i diritti. L'immagine, frase o altra risorsa verrà aggiornata con il copyright, limitazioni d'uso, link alla home page dell'autore o, se desiderate, eliminata dai nostri archivi.
PRIMO BABBO NATALESTORIA BABBO NATALEORIGINI BABBO NATALE